Visura Pra: la procedura corretta per richiederla in caso di veicolo sospetto

0
221

PRA

Ci sono casi in cui richiedere una visura Pra in modo preventivo può rappresentare una vera e propria garanzia contro spiacevoli inconvenienti futuri. Analizzare più da vicino il vissuto di un’automobile significa anche venire a conoscenza di alcune sue caratteristiche importanti e perché no anche di eventuali problemi a suo carico.

Nella maggior parte dei casi, l’esigenza di eseguire un controllo di questo genere e richiedere una visura Pra nasce nel momento in cui s’intende acquistare un’auto usata. In questi casi è assolutamente necessario procedere ad alcuni controlli sul proprietario del veicolo, accertarsi della regolarità di eventuali passaggi di proprietà o –perché no- togliersi il sospetto che l’auto ad esempio risulti rubata, abbia pignoramenti o fermi amministrativi a suo carico.

Un documento importante che, con una spesa irrisoria, permette di procedere in tutta tranquillità alla compravendita.

Ottenere una visura Pra su un’automobile in poco tempo

Parlando di visura targa si fa di solito riferimento al Pra (è una sigla che sta per Pubblico Registro Automobilistico) e che rappresenta, come già accennato, una sorta di “elenco” di tutti i dati tecnici, le caratteristiche e le informazioni utili da conoscere riguardo ad un’automobile.

Documento alla mano, la prima sezione che appare è quella relativa ai dati dell’auto: numero di targa, telaio, fabbrica, modello, data immatricolazione, dati tecnici relativi alla carrozzeria e alla cilindrata. A seguire si trovano invece i dati anagrafici e di residenza del proprietario, dell’intestatario, locatario o usufruttuario del veicolo. L’ultima parte -quella cruciale nel caso di compravendita di auto usata- riporta tutte le informazioni circa eventuali carichi fiscali, inadempienze, ipoteche o fermi amministrativi.

Ricapitolando, ecco gli elementi da controllare per procedere all’acquisto di un usato sicuro, garantendosi di spendere bene il proprio denaro e non avere spiacevoli sorprese successive:

  • Verifica l’iscrizione al Pra del veicolo. Se ad esempio risulta cancellato (o nel caso di automobili datate) dovrai procedere ad una nuova immatricolazione.
  • Controlla subito la presenza di ipoteche e pignoramenti. Ma anche di fermi amministrativi, sequestri o fallimenti.
  • Accertati del fatto che il numero di telaio riportato sulla vettura deve corrispondere a quello indicato nella visura.

Un altro caso che si verifica spesso purtroppo, e per cui si ricorre ad una visura Pra immediata, consultabile anche da telefonino, riguarda l’eventualità in cui si viene tamponati o investiti da un’auto che però fugge (e quindi da un autista che non si ferma per prestare soccorso). Se la prontezza di riflessi non ti manca o se qualche testimone ti viene in aiuto, memorizzando il numero di targa è possibile risalire in tempo reale al nome del proprietario, grazie ad una visura online.

Su Internet si trovano diversi siti e agenzie specializzate in pratiche amministrative, che possono fornire la visura Pra direttamente via e-mail ma anche offrire assistenza e risolvere eventuali perplessità sulla procedura da seguire. L’importante è però prestare attenzione al tipo di documento fornito: su alcuni siti il servizio risulta più economico, ma in realtà è perché la visura non include le informazioni relative al proprietario, in questo caso invece indispensabili.

Commenti