Come scegliere l’auto giusta?

0
12

È arrivato il momento di dire addio alla propria auto e sembra che nessuno dei veicoli pubblicizzati negli ultimi mesi sia la scelta ideale per sostituire la vecchia macchina che ormai sembra pronta a raggiungere il capolinea? La famiglia si sta allargando ed è necessario passare da una city car ad un veicolo più spazioso e performante in grado di accogliere tutti in maniera confortevole e sicura? Dopo anni passati a riparare l’auto di fratelli, cugini, genitori, è arrivato finalmente il momento di acquistare un veicolo proprio, magari con buone caratteristiche tecniche per affrontare anche viaggi impegnativi?

Come è possibile notare, le esigenze che ci spingono all’acquisto di una nuova quattro ruote possono essere le più disparate. Che si tratti di acquistare la prima auto o di sostituirne una ormai obsoleta, però, la domanda che tutti si pongono è sempre la stessa: come scegliere l’auto giusta per me tra le tantissime offerte presenti in ogni angolo?

Sul web esistono moltissimi siti che promettono, attraverso un piccolo test, di trovare l’auto giusta ad ognuno di noi. Spesso, però, non c’è nulla di più lontano dalla realtà di questi programmi poiché le domande poste sono spesso limitate e non tengono conto di una molteplicità di variabili che fanno di ogni scelta un momento estremamente soggettivo.

Un esempio? Per una famiglia in crescita, due papà alle prese con la scelta dell’auto nuova potrebbero desiderare due cose diverse nonostante spazio, comfort e sicurezza siano necessari per entrambi e così uno dei due potrebbe scegliere un suv compatto, per viaggiare comodi ma non comodissimi ma che ha dalla sua migliore manovrabilità e facilità di parcheggio in città mentre l’altro, per nulla preoccupato dalle dimensioni, potrebbe optare per un modello molto più ampio, sia dentro che fuori, che inevitabilmente porta con sé motorizzazioni, performance ed allestimenti decisamente differenti. In poche parole, un’altra auto.

Per trovare l’auto giusta, quindi, poniamoci alcune domande che possano essere la base per iniziare la scrematura tra le tantissime offerte ad oggi disponibili. Una prima domanda è: il budget è limitato? Se così fosse, le opzioni di scelta sono due: acquistare un buon usato o qualche occasione a km0 oppure optare per auto nuove ma poco costose, magari nel loro allestimento base che però penalizzerà diversi aspetti, sia estetici che funzionali e nel tempo potrebbe rappresentare un  limite che è bene mettere in conto già da ora.

Se avete intenzione di acquistare un veicolo che pensate di rivendere già dopo qualche anno, senza attendere che arrivi alla sua “fine naturale”, il consiglio è quello di optare per modelli che nel tempo subiscono scarsa svalutazione, così da garantirsi un buon guadagno alla rivendita. Per scoprire come muoversi in tal senso, è importante effettuare delle ricerche, anche su siti specializzati e riviste di settore, per capire quali modelli offrono maggiori margini di guadagno se rivenduti in buone condizioni. Solitamente mantengono un buon valore di mercato alcuni modelli Fiat, altri Ford e la Mercedes Classe A. In generale, comunque, vale la seguente regola: se la casa automobilista scelta non ha in programma nuove versioni di quello specifico modello di auto, questa manterrà nel tempo un buon valore di mercato.

Affidatevi sempre per la scelta ad una concessionaria conosciuta ed affidabile, evitando il fai-da-te, soprattutto se decidete di optare per l’acquisto di un’auto usata. Se siete già proiettati verso un marchio specifico, molto utili potrebbero rivelarsi gli autosaloni mono brand diffusi in tantissime città. Se cercate concessionari Nissan in Friuli o rivenditori autorizzati Renault in qualsiasi altra parte d’Italia, solo per fare qualche esempio, non avrete difficoltà ad individuare il punto migliore per richiedere un preventivo e poter visionare più tipologie per lo stesso modello di auto, cosa a volte più difficile in autosaloni che trattano più marchi contemporaneamente.

Nella scelta di un veicolo, infine, bisognerà chiedersi quale tipo di prestazioni stiamo cercando. Ci interessa un’auto scattante, con un’accelerazione veloce, da guidare soprattutto in autostrada? In questi casi dovremo rivolgere la nostra attenzione verso motorizzazioni maggiori facendo però attenzione che oltre che performanti questi motori siano anche efficienti e consentano di risparmiare sui consumi. Se, al contrario, siamo alla ricerca di una macchina da sfruttare prevalentemente in città, nel traffico e per le commissioni giornaliere, un motore di grossa cilindrata non sarà affatto necessario. Molto meglio, in questo caso, focalizzare la propria attenzione sull’alimentazione che meglio soddisfa le esigenze di risparmio sui consumi, solitamente più alti, dettati da percorsi urbani spesso caotici nei quali si è costretti a rimanere nel traffico per diverso tempo. In questi casi, i nuovi modelli ibridi o addirittura elettrici potrebbero rappresentare una valida alternativa alle motorizzazioni tradizionali aiutandoci a risparmiare e contemporaneamente ridurre le emissioni dannose di CO2 nell’ambiente.

Commenti