Come prendere la patente: regole e consigli

0
10

Il bello dei neo maggiorenni, spesso è di iscriversi in una scuola guida per poter conseguire la patente. Non vedono l’ora di avere l’età giusta per guidare. Ma quali sono gli step da seguire per patentarsi? Vediamo insieme

Iscrizione alla scuola guida più vicina

Sebbene sia possibile sostenere gli esami e ottenere la patente direttamente attraverso la Motorizzazione Civile (il DMV italiano, per i non iniziati), la maggior parte degli italiani consegue la patente tramite una scuola guida certificata o autoscuola, attraverso cui fanno anche un corso di guida.

L’ autoscuola gestisce tutti i tuoi documenti per la Motorizzazione Civile. Sono gli addetti che ricevono il permesso di guida temporaneo dal MC, cosiddetto “foglio rosa”. A questo punto si fa un esame oculistico richiesta dall’ autoscuola. Infine gli istruttori preparano ai test e all’esame di guida pratica.

Le scuole guida sono ovunque e alcune offrono anche funzioni per le persone con scarse competenze italiane. È compito degli istruttori preparare gli studenti sia per l’esame teorico e pratico.

L’esame di teoria e quello di pratica

L’esame teorico non è così semplice. In effetti, è noto per fare paura a chi non sopporta studiare. Il consiglio dunque è di impegnarsi ad imparare le nozioni basilari per superare il test

Dopo aver superato la parte teorica, devi concentrarti completamente sull’esame pratico. Come studente, ti verrà dato un grande segno “P” da appendere nel lunotto posteriore della tua auto e potrai esercitarti quanto vuoi con chiunque abbia la patente da alcuni anni e solo dopo aver conseguito il foglio rosa.

Tra il corso in autoscuola e la pratica in compagnia di un patentato, giunge presto il momento dell’esame pratico. Esso va fatto prima che scada il foglio rosa (valenza di sei mesi) ma solo se ti senti realmente sicuro.

Cosa fare dopo aver conseguito la patente

Nel momento in cui riesci a superare l’esame pratico, la motorizzazione ti riconoscerà subito la patente di guida. Nel nostro paese, di solito si prestampa una patente di guida ufficiale già prima di sostenere l’esame, quindi, non resta che andare forte e apporre la firma.

Qualora dovessi essere bocciato, cosa accade? Hai la possibilità di congelare ancora una volta la valenza del test teorico e ritentare quello pratico. Se anche alla seconda chance dovesse andare tutto male, l’autoscuola prende le forbici e taglia a metà il cartoncino.

Quello che conta dunque in tal sede è metterci tutto l’impegno, non solo al fine di prendere la patente, ma anche per imparare a rispettare il codice della strada. Più saremo ligi alle regole e più conserveremo la nostra incolumità e quella altrui.

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteConviene il noleggio a lungo termine?