Avv. Davide Cornalba su risarcimento danno fisico da incidente stradale

0
141

L’Avv. Davide Cornalba ci porta alla scoperta del risarcimento danno fisico quando c’è un incidente stradale, prosegui la lettura di questo articolo.

A spiegarci oggi come funziona il risarcimento danno fisico da incidente stradale è l’Avv Davide Cornalba che ci porta alla scoperta del diritto stradale e di come dobbiamo comportarci in caso di incidente. A regolare i danni causati da un incidente stradale ci pensa l’articolo 2043 del Codice Civile che cita “qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno”. Come possiamo vedere la legge si esprime chiaramente se qualcuno arreca danno ad altri anche se non intenzionalmente è tenuto a risarcirlo a stabilirlo è anche l’articolo 2054 del Codice Civile che dice “il conducente di un veicolo senza guida di rotaia è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone e a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitarlo”. Quindi come possiamo vedere non c’è via di scampo per chi ha causato l’incidente, è di fatti obbligato a risarcire la controparte.

A chi chiedere il risarcimento?

Il risarcimento può essere richiesto sia al proprietario del veicolo sia al conducente che guidava il veicolo quando è stato causato l’incidente. Questo concetto si basa sulla responsabilità solidale che è espressa apertamente nel comma 3 dell’articolo 2054 del Codice Civile “ il proprietario del veicolo o, in sua vece, l’usufruttuario o l’acquirente con patto di riserva dominio è responsabile in solido col conducente, se non prova che la circolazione è avvenuta contro la sua volontà”.

Chi ha diritto al risarcimento?

Ad avere diritto al risarcimento dei danni fisici e materiali subiti a causa di un incidente sono tutti i terzi non trasportati ossia persone che non sono presenti nel veicolo danneggiato come ad esempio pedoni, ciclisti, ect. Mentre per i terzi trasportati a bordo dell’auto del responsabile dell’incidente hanno diritto solo ed esclusivamente al risarcimento dei danni fisici. il risarcimento può essere ridotto a causa di alcune problematiche come la mancanza di cinture di sicurezza, del casco per i motociclisti o per qualsiasi altro motivo che possa essere incluso nel concorso di colpa. Non ha invece diritto al risarcimento del danno il conducente responsabile dell’incidente, il proprietario e i parenti del conducente.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti puoi rivolgerti e fare affidamento l’Avvocato Davide Cornalba

Commenti