Autoarticolati: come scegliere tra i camion usati

Scegliere tra gli autoarticolati usati non è sempre semplice. Ecco quali criteri di scelta prendere in considerazione quando si vuole acquistare un camion usato.

0
28

L’acquisto di un camion usato può essere una buona soluzione in alternativa all’acquisto di un autoarticolato nuovo, nel momento in cui non ci si voglia esporre molto da un punto di vista economico.

Oggi sono molti i concessionari e i venditori professionali che trattano anche l’usato di autoarticolati e la loro serietà è la prima garanzia dell’acquisto.

Tuttavia, quando si decide di comprare un camion usato, è opportuno tenere in considerazione alcuni fattori che possono incidere sulla scelta. In base all’uso che se ne deve fare, per esempio, si valuterà quale sia la potenza del motore più adatta così come il tipo di semirimorchio da trainare, etc.

I criteri nella scelta di autoarticolati usati

Quando si sceglie un truck usato ci sono diversi elementi da tenere in considerazione, in relazione all’uso che se ne dovrà fare, ma anche in base alla disponibilità economica, pur tenendo conto che la qualità e la sicurezza del mezzo devono sempre essere messe al centro.

  • Rivolgersi a un rivenditore serio è senza dubbio la prima regola da osservare, in quanto affidabilità e sicurezza sono le principali fonti di garanzia, soprattutto quando si tratta di un camion usato.
  • Scegliere tra autoarticolati non troppo vecchi: in genere si consiglia di puntare su un veicolo che abbia tra i 3 e i 6 anni di vita in quanto camion più vecchi, anche se non hanno percorso tantissimi chilometri, iniziano a risentire dell’usura e possono presentare problemi poco dopo l’acquisto.
  • Anche per quanto riguarda il chilometraggio vale lo stesso discorso dell’età: un camion che ha viaggiato molto può essere più soggetto a guasti, quindi meglio puntare su un veicolo che non superi i 600.000 km, tanto più se si ha intenzione di usarlo a lungo.
  • Se è possibile, può essere utile indagare anche sulla tipologia degli itinerari percorsi abitualmente dal mezzo: per esempio, se nelle sue tratte abituali ha percorso valichi di montagna oppure ha viaggiato prevalentemente in pianura. Sarebbe, poi, opportuno conoscere gli eventuali incidenti che può aver subito.

Per essere certi di acquistare un mezzo valido e sicuro, il veicolo dovrebbe essere revisionato e certificato da una casa costruttrice. Generalmente molte concessionarie forniscono proprio una certificazione nella quale sono indicate tutte le informazioni utili a determinare lo stato di usura del mezzo. Inoltre, molti rivenditori forniscono una garanzia aggiuntiva che integra quella di conformità prevista per legge. L’estensione della garanzia legale per un periodo che può variare dai 12 ai 24 mesi è un’importante tutela che permette di concludere la trattativa di compravendita in tranquillità.

L’ex-rent: una valida alternativa all’usato

Alcune concessionarie offrono, poi, una interessante alternativa all’acquisto degli autoarticolati usati. Si tratta infatti di mezzi che sono stati adibiti al noleggio e che, dopo un certo numero di anni, vengono messi in vendita come usati.

Poiché, in genere, sono venduti dalla stessa concessionaria che ha curato il noleggio, sono mezzi che hanno subito rigorosi controlli e che hanno un ottimo livello di manutenzione.

Gli autoarticolati ex-noleggio, prima di essere venduti, vengono sottoposti ad un accurato check-up che riguarda sia il controllo dei livelli, sia l’aspetto esteriore e gli interni, sia tutte le parti meccaniche ed elettroniche. Inoltre, anche il chilometraggio dichiarato è verificato e tenuto sotto controllo fin dal momento in cui il mezzo era destinato al noleggio.

Di solito, poi, i venditori professionali che mettono a disposizione la formula ex-rent inseriscono nel loro parco di usato veicoli che hanno pochi anni di vita, in genere 3-4 anni, e con un chilometraggio tra i 300.000 e i 500.000 chilometri. Inoltre, poiché sono stati noleggiati fino a poco prima, sono perfettamente in regola con tutte le disposizioni di legge.

Commenti