Come scegliere i pneumatici invernali

0
25

Con l’arrivo della stagione fredda, montare i pneumatici invernali sul proprio veicolo non serve solo a non infrangere la legge, ma consente anche di guidare in condizioni di sicurezza. Non bisogna pensare, per altro, che queste gomme siano utili solo in presenza di strade innevate o ghiacciate: in generale, quando la temperatura scende sotto i sette gradi, i pneumatici invernali sono molto più efficaci rispetto a quelli estivi, dal momento che garantiscono una presa superiore, in modo particolare sui fondi bagnati. Tra i loro pregi, va segnalata la capacità di incrementare la tenuta di strada e di diminuire gli spazi di frenata. Non può essere dimenticato, poi, il vantaggio economico: ricorrendo ai pneumatici invernali per cinque o sei mesi all’anno, quelli estivi possono essere messi in garage, o comunque mantenuti da parte, così da non consumarsi e poter durare più a lungo.

Come si può ben intuire, pertanto, mettersi in cerca di offerte speciali pneumatici invernali è una soluzione vincente per essere sempre sicuri di stare al volante in condizioni ottimali. Va saputo che per il Codice della Strada le gomme invernali sono equiparabili alle catene da neve: ciò vuol dire che se non si utilizzano le prime, si è obbligati ad avere in macchina le seconde in tutti i luoghi in cui sono in vigore ordinanze ad hoc.

Un aspetto importante su cui è bene concentrarsi è quello relativo allo spessore del battistrada: le norme prevedono che non debba mai essere inferiore a 1.6 millimetri (e ciò vale sia per le gomme invernali che per le gomme estive), ma gli esperti in realtà suggeriscono di stare sempre sopra i 3 millimetri. Proprio il battistrada rappresenta uno degli elementi più significativi a cui si deve prestare la propria attenzione al momento della scelta. Nei pneumatici invernali, esso presenta un gran numero di intagli, che sono fondamentali non solo sulla neve – in quanto assicurano una presa eccellente – ma anche quando piove, visto che permettono di smaltire l’acqua nel migliore dei modi. 

Sempre in caso di neve, sono utili anche le lamelle che intrappolano i fiocchi, la cui azione è combinata con quella dell’asfalto, proprio per sfruttare al massimo l’aderenza. Il disegno del battistrada, dunque, è importante, ma non serve a fronte di uno spessore non adeguato. Una prova semplice e veloce che permette di capire se si ha a che fare con uno spessore adeguato è quella che prevede di introdurre tra i tasselli una moneta da due euro: la porzione esterna deve essere totalmente ricoperta.

Commenti