Qual è il costo del tagliando auto?

0
25

Il tagliando auto è una manutenzione periodica e programmata dell’automobile che ha l’obiettivo di controllare lo stato di funzionamento e lusura di determinate componenti meccaniche, nonché la complessiva efficienza del veicolo nel corso del tempo.

Vediamo quindi le caratteristiche di questa operazione e scopriamo qual è il costo del tagliando auto.

Il tagliando, che nella sua forma più comune e usuale consiste nel controllo generale del motore, dei suoi liquidi di funzionamento (raffreddamento, freni, servosterzo) cambio dell’olio e del relativo filtro nonché gli altri filtri relativi a carburante e impianto di condizionamento, è obbligatorio solo fino a quando il veicolo è coperto dalla garanzia del costruttore ma, ovviamente, è consigliabile effettuarlo con continuità anche dopo il periodo di garanzia dell’auto.

In passato, per non perdere la garanzia sul veicolo, i tagliandi dovevano obbligatoriamente essere effettuati presso le officine autorizzate facenti parte della rete di assistenza della casa costruttrice ma, dal 2010, un apposito regolamento europeo recepito dall’Italia, permette a qualsiasi officina meccanica qualificata di eseguire le operazioni di tagliando auto, riconoscendo tali interventi alla stessa stregua di quanto farebbe un’officina autorizzata dal costruttore.

Le operazioni di manutenzione programmata, escludendo il primissimo controllo di una vettura appena immatricolata, di solito effettuato al raggiungimento dei primi 1000 km di percorrenza, hanno delle scadenze che possono variare in base al modello dell’auto o alle specifiche raccomandazioni da parte del costruttore, ma solitamente i tagliandi vengono effettuati a scadenze abbastanza simili tra i vari modelli di veicoli.

Solitamente il primo tagliando auto va effettuato una volta raggiunti i 15.000/20.000 km di percorrenza o comunque entro 1 o 2 anni dallacquisto di unauto nuova.

Successivamente questa tempistica può essere tranquillamente rispettata, riferendosi sempre ad una media percorrenza tra i 15.000 e i 20.000 km e, nel caso non si raggiungessero questi limiti, entro i soliti 1 o massimo 2 anni.

Attenzione però a non dimenticare una cosa molto importante: il cambio dell’olio che non sempre va di pari passo con l’effettuazione del tagliando. Ci sono infatti vetture che prevedono il cambio dell’olio motore ogni 15.000 km mentre il tagliando va eseguito ogni 30.000 km e altre ancora caratterizzate dal cosiddetto tagliando long life previsto ai 30.000 km o addirittura ogni 50.000 km.

Assodato dove e quando fare questa operazione di manutenzione periodica, vediamo quindi qual è il costo del tagliando auto, considerando il solo caso in cui questo venga fatto in officina e non in maniera autonoma con il fai da te (cosa, quest’ultima, altamente sconsigliata quando l’auto è ancora in garanzia).

In base alle operazioni effettuate, ai materiali utilizzati e agli eventuali pezzi di ricambio e al luogo dove viene effettuato, il costo del tagliando auto è molto variabile.

In linea generale i primi due tagliandi sono i più economici, sia perché l’autovettura è nuova e quindi si presume che l’usura delle componenti sia limitata, sia perché il primo tagliando consiste essenzialmente nel cambio dei filtri e dei liquidi del motore.

I tagliandi successivi possono costare da poche centinaia di euro per un’utilitaria e una macchina di media cilindrata, fino ad arrivare a sfiorare i mille euro nei casi di suv, auto di dimensioni generose o di lusso, sempre considerando la normale sostituzione di filtri, liquido, olio motore e altro a cui va aggiunto il costo della manodopera, anch’esso abbastanza variabile.

Inoltre bisogna sempre tener presente che il costo del tagliando potrebbe subire improvvise impennate se, nel corso della manutenzione, venissero a galla dei problemi che compromettono il funzionamento generale della vettura, o delle usure anomale ed eccessive come quelle subite da alcuni componenti dell’impianto frenante.

 

Commenti